Ottobre Missionario: tutti gli appuntamenti

Appuntamenti di preghiera, formazione, approfondimento e condivisione. E’ la proposta che segnerà il cammino dell’Ottobre Missionario di quest’anno in diocesi, verso la tradizionale Veglia missionaria diocesana del prossimo sabato 23 ottobre (vigilia della Giornata Missionaria Mondiale), presieduta dal vescovo Franco Giulio al Santuario di Boca.

La Veglia missionaria e le altre proposte diocesane

Sabato 2 ottobre, Memoria della patrona delle missioni Santa Teresa di Lisieux, alle 15.30:
Incontro di preghiera dedicato in modo speciale a religiose e religiosi che si terrà in contemporanea alle 15,30 presso l’istituto Sacro Cuore di Novara (dove ci sarà anche la testimonianza di don Cesare Baldi, sacerdote rientrato da poco dall’Algeria), e al Monastero delle Benedettine di Ghiffa (con la testimonianza di Madre Maria Renata e Sr. Maria Donata già missionarie in Messico).

Sabato 23 ottobre, Santuario di Boca, dalle 15 alle 18
Incontro di presentazione dell’edizione 2021-22 di “R-Estate in missione”, il percorso di formazione missionaria per giovani dai 20 ai 30 anni, organizzato dal Centro Missionario Diocesano in collaborazione con l’Ufficio diocesano per la pastorale giovanile. Qui il programma e tutte le informazioni.

Veglia missionaria diocesana, Santuario di Boca, alle 20.45
Il tradizionale incontro diocesano di preghiera e riflessione dedicato alla missione, guidato dal vescovo Franc Giulio.  Ospite  ospite suor Shahnaz Bhatti, pakistana, già missionaria in Afghanistan.

Domenica 24 ottobre: GIORNATA MISSIONARIA MONDIALE
Nella Giornata missionaria mondiale, si terrà la giornata di fraternità con i familiari e gli amici dei nostri missionari a Bellinzago, con il via alle 9,30 e a seguire la messa presieduta da Dom Guerrino Brusati.

Testimoni e Profeti

Il tema scelto per fare da bussola all’itinerario di quest’anno dalla Direzione nazionale delle Pontificie opere missionarie è “Testimoni e Profeti: annunciare il Regno di Dio, che verrà e che è già germogliato in mezzo a noi”. [Qui il link al sito della Fondazione Missio]
«Quest’anno –spiega il direttore della Fondazione Missio don Giuseppe Pizzoli – viene a completare un percorso triennale di formazione missionaria che abbiamo pensato come sviluppo del Mese missionario straordinario voluto da Papa Francesco nel 2019. Siamo dunque chiamati a guardare questo tempo che viviamo e la realtà che ci circonda con occhi di fiducia e di speranza. Siamo certi che, anche nel mezzo della pandemia e delle crisi conseguenti che ci accompagneranno per molto tempo ancora, il Signore non ci ha mai abbandonato e continua ad accompagnarci. Il Regno di Dio non è solo una promessa per un futuro che sentiamo ancora troppo lontano. Il suo Regno è già inaugurato, è già presente: ne sappiamo leggere i segni e, da autentici missionari, lo facciamo conoscere perché sia una speranza rigeneratrice per tutti».